mercoledì, marzo 09, 2011

Sapessi com'è strano (essere intervistati a Milano)


Eh, va bé.
A mia discolpa posso dire che:

1) in tv spariscono i menti. Io il mento CE L'HO (e giuro che non mento).

2) E' vero, son sempre una mongolfiera, ma oggi alla visita di controllo in ospedale tutti a dirmi "sei dimagrita ancora, stai benissimo!" dunque che la tv ingrassi non è una leggenda metropolitana, ma la dura realtà.

3) è capitato, a volte, che dicessi anche delle cose di senso più compiuto.



4 commenti:

Scarabocchio ha detto...

Marta, ma che bella che sei!
Sei stata perfetta, sciolta, e anche più lucida di quello che pensi!
E poi, che voce dolce, che dizione perfetta: l'ideale per trasformare le tue opere cartacee in audiolibri! ^^
Complimenti, davvero, e grazie per esserti mostrata: è stato bellissimo "conoscerti"!

Mercoledì ha detto...

Che emozione vederti intervistata, figuriamoci a sostenere l'intervista!
Già, mi sembravi scioltissima, quasi quasi non avevi manco bisogno che ti facessero le domande!
Stai benissimo, sciocca!
J.K Rowling de no' artri sta arrivando! Parodi trema pure!

daniela ha detto...

Bellissima e bravissima! Sei stata grande, una dizione perfetta, scioltezza, io dico che davanti alle telecamere ci sai stare eccome!
L'unico appunto non lo faccio a te, ma cribbio.... qualche domanda un po' più intelligente no? ;-)))

Choppa ha detto...

ma grazie, mi fate arrossire! (ancor di più).