domenica, novembre 22, 2009

Pronto? Chi Cresce? (A donuonnogrouòp)

Aria di cambiamento.
Mutter e Babbuddha sembrano optare per un trasferimento in terre montane, e lascerebbero la casa Dalerina a me, Prisci e fidanzato Marco (vi rubo cinque minuti per pensare alla parabola di Marco. Da amicomarco a unpo'piùcheamicomarco in soli sei mesi! Da unpo'piùcheamicomarco a fidanzato Marco in soli sette mesi! Un tempo irrisorio per un cambiamento di stato così totale. Non parliamo poi della merda tiratami addosso dalla ex fidanzata dell'allora amicomarco, un portento di rapporto quantità/tempo! Subitanea! Ne approfitto per salutarla, ciao vecchia fidanzata dell'allora amicomarco, sei stata subitanea!), e tale cambiamento comporta:

-il pagamento dell'affitto della casa a Dalerino
-il pagamento di bollette, spesa, cibo della Prisci
-il rifacimento del bagno e della cucina
-trovare un lavoro (non so, cosa posso fare? non lo so)
-finire l'Università (io? eh? cosa?)
-divenire una persona adulta
e insomma, pare che qui tocchi crescere.

Ne parlavo stasera con Passero, prima che mi s'impallasse del tutto msn, che in due parole, a liquidare le mie paranoie, dice "si fa".
"Si fa perché è quello che fanno tutti, e benvenuta nel mondo degli studenti/lavoratori/aspiranti a fare qualcosa di artistico nella vita".

La Mutter invece dice: "te prima ti laurei, poi puoi trovare qualsiasi lavoro, perché checchè tu ne dica hai molte competenze quindi smettila di rompere i maroni".

Il Babbuddha dorme.

Marco dice: "te la devo rifare, la lista dei lavori che puoi trovare? Sai come si dice al mio paese? Ascritignurisciddi cristeridiscidiminifici". O una cosa del genere. Quando parla in calabrese mi vien voglia di dargli una pacca sulla schiena e chiedergli se vuole un bicchier d'acqua.

La Prisci dice: "mià"

Il mio ego dice: "ce la posso fare eccome. Cazzo, sono intelligente, conosco bene l'inglese e il francese e benino lo spagnolo, ho fatto già mille lavori ed esperienze diverse, sono sveglia, simpatica, ok bella presenza magari no, ma insomma posso fare tutto".

Il mio ego ferito dice: "io nooooo non ce la faccio, sono un disastro. Hai idea di cosa voglia dire pagare un sacco di conti, star dietro a una casa enorme, convivere, finire l'Università con tutto quello che comporta, figure di merda incluse, e io sono un reietto voglio solo dormire e far la muffa sotto il piumone e magari sparire dalla faccia della Terra".

La segreteria dell'Università dice: "sei indietro di tre rate".

La dolce zia Marghe, che ieri mi ha invitata a cena nella sua nuova, deliziosa casetta fuori città ammobiliata ed abitata con amore, dice: "Ehi Marta, sei fantastica ti adoro ce la puoi fare è bellissimo faccela, che bello".

Secondo voi, a chi devo dare retta?



9 commenti:

Scarabocchio ha detto...

Fossi in te, non sottovaluterei l'intervento della Prisci! :)

SCONFUSIONATA ha detto...

dai retta a me: trovati 'sto lavoro (dico "trovati" e non "cercati" perchè la fase della ricerca sarà sicuramente brevissima) e soprattutto NON SMETTERE MAI DI SCRIVERE!
e poi vieni a trovarmi!!! tu e marco sareste i benvenuti in qualsiasi momento nella stanza di riserva della mia padrona di casa!

Passero ha detto...

buon lavoro ;-)

daniela ha detto...

A te stessa.

E devi pure cominciare a praticare... ;-)

Penny Lane ha detto...

Dai retta a tutti, meno all'ego ferito (io magari richiederei un parere a Marco, ma solo se lo dà in una lingua che conosci!): quell'ego lì, lascialo scappare dentro al letto ... Così la voce sarà soffocata dal piumone e tu potrai pensare ad una nuova avventura! Ne stai affrontando tante ma tu sei sicuramente in grado di vivere bene anche questa.
Sto sperimentando anch'io in questo periodo l'autonomia (o supposta tale), con un lavoro bleah e al momento ancora senza paga e una casa che costa. Però ci devo provare, non pensi anche tu? Poi se fallisco, fallisco...ma a guardà Dressel, pare che la fortuna aiuti gli audaci! Quindi buttati! :))

Choppa ha detto...

Amici, speriamo bene...
Ho ancora qualche mese per organizzarmi, vorrà dire che nel frattempo praticherò, darò retta alla Prisci e soprattutto starò tranquilla, che c'è chi sta assai peggio (vedi Brunetta).
In ogni caso, sia che le cose vadano bene che male, sarà tutto uno spunto per il blog!

gigobit ha detto...

naturalmente alla Marghe!

fabrizio26265 ha detto...

a passero, a marco (se traduce), alla mutter, alla zia marghe e a me: "andrà benissimo, pheeego!"

Choppa ha detto...

a fabbrì, famme n po' sapè per la presentazione, che organizzo un minitour a Roma!