martedì, marzo 25, 2008

si sta come d'Autunno sulle mensole "Novità" di Feltrinelli

Quanto mi fa girare le palle entrare in libreria e non trovare niente d'interessante tra le novità.
Tutto quello che esce ultimamente può dividersi in poche categorie che ivi andrò a elencare a raglio:
1. Diari di adolescenti sconosciuti che parlano della propria lotta contro gravi disturbi alimentari.
Prefattore ideale: psicologo televisivo stile Morelli. Linguaggio utilizzato: giovanile con punte di Sentieri nei passaggi più tragici. Lettore tipo: adolescente afflitto da malanni tipici del nostro tempo quali bulimia/anoressia/totale assenza di una guida che indichi letture più degne.

2. Autobiografie di adulti conosciuti che narrano di quanto sia duro diventare famosi, guadagnare un mucchio di soldi, godere di qualsivoglia pivilegio sociale ed economico e trovare uno straccio di ghost writer disposto a farcelo credere in cambio di due soldi e un frigorifero Sigma. Prefattore ideale: famoso presentatore/calciatore/tennista amico dello "scrittore" o stimato intellettuale disposto a tutto pur di racimolare gli utili per portare avanti il suo Dipartimento. Linguaggio utilizzato: nazionalpopolar-coccolineggiante. Lettore tipo: la zdaura in libreria per fare un pensiero alla suocera.

3. Libri scritti da bloggers creati con copia-incolla di post lievemente modificati all'uopo.
Prefattore ideale: un altro blogger a cui sia capitata in precedenza la fortuna di venire copia-incollato, lievemente modificato e pubblicato o, in caso di lungimirante paraculaggine, uno scrittore di fama con il quale l'autore abbia avuto la scaltrezza d'intrattenersi in tempi non sospetti. Linguaggio utilizzato: lo stesso del blog. Lettore tipo: chiunque non abbia la più pallida idea di cosa sia un blog, altrimenti col cacchio che spenderebbe dai 9 ai 14 euro per comprare qualcosa che potrebbe avere gratis. Oppure.... altri bloggers invidiosi e masochisti che lo comprano solo per poter dire "tanto lo scrivevo meglio io, questo/a ha pubblicato solo perchè l'ha dato/a via/a".
Oppure....gli amici sadici che lo regalano all'amico blogger dotato di autostima e vita sociale paragonabili a quelle di un micoide.

4. Il nuovo romanzo di Camilleri. A questo punto diranno, i miei piccoli lettori: "ma come, hai da ridire pure su Camilleri?" e io risponderò loro: "ma certo che no, solo che non lo riesco a leggere dall'inizio alla fine. " Al che chiederanno: "solo perchè scrive in siciliano? Guarda che già al secondo capitolo ti ci abitui". E io chiarirò loro le idee: "ma certo che no, non solo per questo: è che i gialli in generale non li posso soffrire e i suoi poi mi sembrano piuttosto noiosetti". Al che i miei piccoli lettori insorgeranno: "ma come noiosetti? Ma come gialli? Non lo sai che l'ultimo del Maestro parla dei pizzini di Provenzano?". E così risponderò: "certo che rompete di molto i coglioni voi piccoli lettori, eh? Non mi va di leggerlo punto e basta".
E una vocina isolata partirà: ".......e allora poi non ti venire a lamentare se non trovi niente di buono, se non sai riconoscere i GRANDI....".

Dunque io annuirò stringendo al petto "Il libro delle frattaglie" e un remoto Fruttero e Lucentini, augurandomi cupamente di non incontrarmi in uno dei posti che frequento di solito.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Anche io i gialli proprio non li riesco a leggere... non mi interessa finirli, non sono incuriosita dagli omicidi, devo essere un animo davvero poco deduttivo. O forse sarà perchè ho la casa strapiena di gialli, immersa in carter dickson, rex stout, anne perry, simenon, comastri montanari, camilleri... sarà che i gialli in casa mia spuntano ovunque, li ritrovi appoggiati sulla lavatrice, e quindi ovviamente a volte si fanno una centrifuga, li ritrovi sui panchetti, li ritrovi sul divano, spuntano come funghi quando sposti qualcosa, ti assalgono da dietro le mensole, sempre in agguato.
Mio padre e mia sorella sono divoratori di gialli, accaniti, direi assatanati. Forse è una reazione di rigetto, ma proprio i gialli non mi interessano.
Annalisa

dressel1981 ha detto...

mmm, a me camilleri mi piace assai, ma sul resto hai perfettamente ragione.

fabrizio ha detto...

Futtero?????????

Choppa ha detto...

l'espressione "piccoli lettori rompicoglioni" era evidentemente rivolta a UNO IN PARTICOLARE

fabrizio ha detto...

sai che mi piaci di molto quando ti arrabbi? :-D

baci da frascati

p.s. bello il sito delle 3fave!
chissa' quante altre grandi opere giovanili non ci hai ancora rivelato...

Zeno ha detto...

Camilleri è un grande, tutti i difetti che hai elencato per me sono pregi, ihihi. Ma la mia stima verso di te resta invariata.
La foto che hai messo del papa mi spaventa.