sabato, dicembre 15, 2007

5 fatti Salienti

Dalla vostra corrispondente preferita da Roma.
In breve, perché le giornate qui sono tali e tanto piene e soprattutto tanto fredde da farmi arrivare a quest'ora incapace di stare sveglia se non con il kubrikiano paio di stuzzicadenti infilzati nelle palpebre.
Momenti salienti del primo giorno e mezzo nella capitale:
1) ho incontrato e volentieri pasteggiato con Luca. Se c'è una cosa che mi fa stare bene è avere la riconferma del mio innato talento nello scegliere le giuste persone delle quali circondarmi. Lui è una di quelle di cui vado più fiera in assoluto.
2) la mela comprata vicino a Castel Sant'Angelo e mangiata su una panchina inondata dal sole in piazza Mastai, in cerca di calore in una mattinata sottozero. La consistenza croccante del frutto e il timidissimo bacio dell'astro, io da sola a godermi il viavai e tutte queste sensazioni da asceta che mi derivano dalla natura più pura. 'Na figata, 'nsomma.
3) Due film di fila: con la scusa che fa freddo e che i cinema sono vicini, con peppe mi son sparata "Come d'incanto" (vabbè, dai. Non si può sempre essere impegnatissimi, e poi è pure divertente) e "Irina Palm" (vabbè, dai. Non si può sempre e solo vedere cazzate, e poi è bellissimo). Va altresì aggiunto che al "Nuovo Sacher", cinema di Moretti, fanno una cioccolata in tazza densa come palta, perfetta prima di piangere per due ore per la triste storia di una segaiola, dunque l'esperienza è da annoverare.
4) La piazza del Pantheon deserta alle nove del mattino, solo io e il buco in mezzo (chi sa capirà, chi ignora supporrà, quasi certamente sbagliando).
5) Il ristorante-pizzeria "La Montecarlo".
Cameriere: "Cosa magnamo?"
Noi: "Fritto misto per due e due bucatini all'amatriciana".
Cameriere: "Ammazzaò, facciamoci del male".

Devo stare qua ancora due giorni e mezzo...mi sa che se, come desidero, verrò a frequentare qui i sei mesi di stage, dovrò scriverci su un romanzo. Tremate, gente.


ps: ci si sente lunedì, se il RUTER fastueb si degna di ripristinare le sue funzioni minime.

7 commenti:

guccia ha detto...

Io, da adesso in poi, per consolarmi, verrò da te, mi fai più di una tazza di cioccolata bollente :)

dressel1981 ha detto...

se dovesse iniziare a intiepidirsi, comprati il giornale e vettelo a leggere sul palatino, davanti al belvedere che dà sul circo massimo. poi prendi via dei cerchi fino in fondo e arriverai al posto più magico di roma.

lucanellarete ha detto...

eeeeeeeh esagerata..
è stato un piacere conoscervi, davvero
ciao
luca

Pep ha detto...

Uhm...l'asse dei bloggerZ della provincia di Bologna si sta insomma decisamente spostando verso la capitale..! :-)
Buona fine di vacanza!

Dilloapepi ha detto...

Sicura che ha detto Cosa magnamo e non "Che magnamo?"

Choppa ha detto...

@guccia: non so quanto possa valere come consolatrice, visto che sto sempre a lamentarmi! ...ma con la panna sono ottima ;)

@dressel: e che è, a'nagrafe?
@pepi: ha detto "cosa" e "facciamoci" al posto di "famose". Romano a metà!

@tutti: come sempre grazie! ...ma il mio posto è lààààà là in mezzo a loro...

dressel1981 ha detto...

ma no...la zona del foro boario e del foro olitorio! buona giornata!