giovedì, agosto 23, 2007

Le polpette come surrogato d'amore

Oggi mi annoio, e quando mi annoio mi odio, e quando mi annoio e mi odio mangio, e quando mi annoio, mi odio e mangio ingrasso, dal che potete dedurre che spesso mi annoio, mi odio, mangio, ingrasso e sto peggio, dunque mi ri-odio, ri-mangio e ri-ingrasso.
Per interrompere questo circolo adiposo dovrei ricevere, nell'ordine e a domicilio:
qualcuno che mi coccoli coprendomi di baci e parole adoranti
un'impresa di pulizie che tolga con le ruspe i resti di kinder bueno dal mio letto
il nuovo libro di Rossana Campo
l'invito a una festa stratosferica durante la quale risulterebbe evidente che io sono la più brillante e affascinante creatura mai scesa sulla Terra.

IN ALTERNATIVA:
Ewan McGregor che imbraccia una terrina colma di polpette pronto a lanciarsi in un'orgia di sesso e carne macinata con la sottoscritta

IN ALTERNATIVA:
una telefonata dal discendente di Feltrinelli che mi propone di scrivere un libro al più presto, estasiato com'è dalla mia prosa accattivante.

MA SO CHE TUTTO QUELLO CHE OTTERRO' SARA':
un pacco di fotocopie di verbi irregolari francesi da imparare a memoria,
la telefonata della Roberta che mi chiede che turni di lavoro intendo fare la prossima settimana,
indifferenza da parte di tutto il mondo,
un mucchietto di peli nello scarico della doccia.
Le quali cose NON mi soddisferanno neanche un po', quindi mi ri-annoierò, mi ri-ri odierò e ri-ri mangerò con conseguenze allarmanti sul mio già allarmante stato fisico.
Porca vacca.
Bè, vado a piangere un po' per cose futili, pensando alla mia condizione di stronzetta grassa e viziata e ascoltando qualcosa di consono tipo, non so, l'ultima produzione di Cher. Se non altro per rendermi conto una volta per tutte che c'è chi sta peggio (anche se Cher è SUBISSATA d'amore fisico, lo so! e non credo abbia bisogno di polpette per sopperirlo).

6 commenti:

guccia ha detto...

Bhè io in questi pomeriggi del turno di mattina mi trovo più o meno nella tua stessa condizione. Oggi quintali di noccioline e thé freddo davanti a "L'enigma di Kaspar Hauser". Scelta appropriatissima per darsi una scossa. Sai che faccio? Ora ti mando un sms sdolcinato immaginando la suoneria futuristica che ti strombazzerà nelle orecchie e poi via in edicola.

Choppa ha detto...

è arrivato! non ti dico che fatica per togliermi dalle dita tutto quel miele appiccicaticcio (eheh), e che infarto quando ho sentito la musichina nuova alla quale ancora non sono abituata!
Grazie di cuore.

Gloutchov ha detto...

Forza e coraggio :D

Claire. ha detto...

E poi sono arrivata io: la tua Malibu Stacy (però con qualche frase preimpostata in più); la tua Barbie (ma con meno tette); il tuo Cicciobello (ma con più capelli); ma un messaggio dalla Claire, beh, dì mo' che non l'hai ricevuto :)

Choppa ha detto...

@claire: c'hai ragione bambolina!
ma nessuno mi dà credito, tantomeno la Vodafone, quindi non ho risposto se non col cuore.
Comunque qui altro che kinder bueno, ci sono un paio di cartoni di pizza e un tubo di pringles da portar via dalle coltri.
je t'attend!

Claire. ha detto...

tranquilla; i gelidi cuori della Vodafone non si commuovono tanto facilmente, ne so qualcosa anch'io...
rusco vario? J'ARRIVE! :D