sabato, luglio 07, 2007

Mangiare la pasta col ragù su un divano bianco

Non è consigliabile se:

-stai tentando di domare una neonata abbarbicata alle tue ginocchia desiderosa di sperimentare la tipica cucina bolognese
-ti scappa uno starnuto fortissimo
-non hai intenzione di diventare l'artista di punta della prossima Biennale
-mentre stavi tirando su la suddetta neonata from hell, hai commesso il grave errore di rispondere alla sorellina richiedente nuovi pastelli viola girandoti di scatto, autoinfliggendoti in tal guisa uno di quei colpi della strega capaci di farti ricordare in un sol istante tutti gli ultimi canonizzati di Papa Woityla. E piegarti a infilzare un unto sedanino rigato senza sgocciolare sui candidi cuscini è un'impresa che, con la tua schiena fuori asse di 90 gradi, potrebbe sfociare nel dramma.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciaoooooooooooooo!
Come vedo stai recuperando in modo notevole il tempo del sollazzo romano!
Mi raccomand non permettere alla pupa di romperti le ossa.
Tanti baci Giorgia =)
P.S. sto studiando, ma nulla di serio, ovviamente.

Choppa ha detto...

...non ti preoccupare, mi trattengo egregiamente dallo sfacchinare!
A presto e buono studio
ps: lunedì sera c'è il concerto gratis di Youssun' Dour al quale ti invito insieme a Borghezio.

fabrizio ha detto...

La pasta al ragu' e comunque da evitare ed ora vado in OTissimo, memore dell'invito della Choppa ad OTeggiare a piu' non posso.
Per cui: ci dici cosa ne pensi di "Il ritorno della donna che sbatteva nelle porte"?
starry night

Galadriel ha detto...

sempre in mezzo a frenetiche avventure ;)

Choppa ha detto...

@fabrizio: è difficile. Leggere un libro scritto così. Con frasi che finiscono subito. Soggetto. Verbo. Predicato. Trecento pagine, così. Bella la storia. Toccante. Dublino descritta bene. Ma sembra un po' un telegramma, no, cazzo? Come un flusso di pensieri scombinati. Insomma, leggere si legge. Roddy è sempre Roddy. Ma du' palle!

Passero ha detto...

Io adoro i bambini
....
....
....
quelli degli altri :-P

Anonimo ha detto...

Ci riprovo chè l'altra volta non ha f unzionato. Volevo solo dirti che hai un lettore e fan in più (che c**o, eh?)...saluti e buona estate!
Ricky (amico ed ex collega teatrante di sorella C.)

Choppa ha detto...

Ricky!! Benvenuto nel mio umile blogghettino. Sì, che culo (si può dire). Torna quando vuoi e lascia impronte opportune e no.
Baci

Scarabocchio ha detto...

:D :D :D
:D :D :D

DEJA Vù!
... ho 2 figli piccoli... quindi avendo già dato, passarei direttamente allo sproloquio, ma per civiltà, mi astengo!!!

:P Mitica Choppa
J'adore!!!

Franca ha detto...

Un copridivano risolverebbe molti problemi...

Claire. ha detto...

devo ancora decidere se è più poetica l'immagine dei pastelli viola o dell'unto sedanino :D

Choppa ha detto...

@scarabocchio: il fatto è che i bambini non sono miei. Questo rende ancora più frustrante lo svolgersi degli eventi.

@franca: il fatto è che il divano non è mio. Questo rende ancora più frustrante il fatto che non sia ricoperto da una spessa tela cerata, come il buon senso suggerirebbe.

@claire: senza dubbio l'unto sedanino.