martedì, aprile 17, 2007

Corièra con vista

Il CDA dell'azienda dei trasporti pubblici di Ferrara deve essere esperto.
In materia di droghe.
Me li vedo a lucidare parabrezza e scegliere la sfumatura cromata della loro prossima Range Rover, i capoccia della ACFT, pronunciando al nuovo modello Motorola le seguenti perle:
"Si allora facciamo......partenza da Ferrara per i lidi a mezzogiorno....massì che chi vuoi che ci vadi al mare in aprile? Che siamo rincoglioniti a voler mettere una corsa prima? Dai dai che quei turistini di merda si sgaggiano prima e vengon in Mercedes, la prossima volta. Allora all'una arrivano a Comacchio, che così si fanno la loro bella passeggiatina di ricognizione sotto i nostri incomparabili raggi UVA che solo noi ce li abbiamo così potenti. Poi mangiano. Poi si rifanno la passeggiatina digestiva dalle 2emmezza-tre in compagnia delle nostre incomparabili zanzare che solo noi ce le abbiamo così potenti.
Poi la corièra che torna indietro la facciamo ripartire....alle sei. Le diciotto, sì, no le sei del mattino, anche se non è male come idea, bravo, potresse incrementare l'industria alberghiera, potresse. 'Sta corièra qui però mica la facciamo arrivare diretta a Ferrara, no!! Che scherzi? La facciamo fermare a Ostellato e da lì obblighiamo i turistini di merda a scendere e a prendere il treno a due carrozze che passa dopo un quarto d'ora ed è tanto comodo. Con quello, se tutto va bene -e va bene, che noi siamo un'azienda seria- per le otto sono alla stazione centrale della nostra incomparabile cittadina. Metti tutto sopra il sito, lì, sull'internetto, così i turistini di merda lo trovano, che quei lì neanche la fatica di cercare l'orario in pensilina!".

A Comacchio ci siamo arrivati lo stesso, noi turistini, a discapito di tutti i capoccioni (di merda).
Le nostre incomparabili fauci, che solo noi le abbiamo così potenti, hanno trovato pane, salume e vino DOC da ottomila joules in quello splendido rifugio che è la Bottega di Comacchio.
Vi basti sapere che la Zia, tipico salame della zona, ha ispirato i Beatles per i passaggi più psichedelici di Sgt.Pepper's.
Il paesaggio da quelle parti potrebbe sorprendervi. Piccole casette di pescatori scalcagnate in mezzo al mare chiuso delle valli, una stretta striscia di erba a fare da spartito per le note dei nostri piedi. Sublime, riposante e riappacificatore. Vero è che dopo un litro di vino eliceo anche le favelas argentine mi sarebbero parse magnifiche.
Eppure...
Eppure al ritorno, sulla "corièra" storta con scalo a Ostellato, ci siamo seduti accanto al vetro, talmente opacizzato dall'umido da rendere visibile solo il cielo.
Ho messo "Fix You" nelle orecchie, e "Talk" e "Thirty-three" e "Nightswimming" in rapida sequenza sul nuovo mp3.
E il gioco delle nuvole ("quella sembra un gatto! quella un piatto! quella una corièra!") ha trovato una nuova identità, in un luogo di pianura che non avrebbe mai sospettato.

15 commenti:

fabrizio ha detto...

Consigli la gita anche ad un vegetariano astemio?

SoulChoppa ha detto...

hai una domanda di riserva?
Ferrara e i suoi dintorni si fanno amare comunque, anche se devo dire che senza la salama da sugo l'è tòtta n'altra roba!

Pep ha detto...

Il passaggio sulla "Zia psichedelica" mi ha fatto venire decisamente voglia di seguire le tue orme vacanziero-culinarie..!
E cmq in una comoda macchina credo che non sarebbe stato lo stesso come atmosfera...a sto giro, nonostante tutto, W la coRièra!

guccia ha detto...

Bhè per rimanere in tema di trasporti stamattina in edicola è passato un macchinista a raccontare tutto ciò che ha spiaccicato col treno...
Sei di nuovo in quel di Bologna \o/

princeps ha detto...

Auguri, buon 25 aprile! :*

guccia ha detto...

Dov'è la mia deliziosa choppa logorroica? La rivoglio!!!

fabrizio ha detto...

L'ho sempre saputo che esagerare con i Coldplay non fa bene...
Propongo di intervenire in qualche modo. Ad esempio costituire il Choppa Liberation Front. Ci si inoltra nella periferia bolognese armati di Sacher e cd dei Rancid e si cerca di riportare la Choppa sulla retta via, ovvero tra noi.

guccia ha detto...

fabrizio io ci sto e siamo in due!

guccia ha detto...

chopparella, per favore, sto rileggendo tutti i vecchi post!!!
Dacci un segno, seppur breve!

fabrizio ha detto...

Guccia, il Choppa Liberation Front e' ufficialmente operativo da oggi. In due bastiamo. Tu puoi appellarti Comandante in capo delle operazioni, io faccio l'ideologo. Io scateno una salva di sms. Tu che sei in loco bussale alla porta di casa.
Poi ci relazioniamo sugli esiti. Ok?
Il mio orologio adesso segna le 14.52 sincronizza il tuo e si comincia!

fabrizio ha detto...

Ci sono le prime notizie, cattive per noi adepti del blog. Lavora come interprete a Venezia. Non ha detto se intende tornare in Emilia a breve.
Speriamo che trovi un internet point confortevole tra un sotoportego e una salizada.

guccia ha detto...

Ci ha abbandonato così?
Come rendere operativo il Choppa liberation front in quel di Venezia?!?

SoulChoppa ha detto...

...vi sono mancata, eh?

guccia ha detto...

Tanto così
<-----0_0----->

Anonimo ha detto...

La celebre sexystar è l’ospite più attesa della nota kermesse canora

Loredana Bontempi al “Festival Show”
La manifestazione, condotta da Paolo Baruzzo affiancato da Barbara Chiappini ed Ela Weber, vedrà anche la partecipazione della regina del porno Eva Henger come ospite fissa. La Bontempi canterà “Esta noche se baila”, scritta dal direttore di Italymedia.it e noto conduttore di Radio Roma Antonello De Pierro


E’ partito anche quest’anno il “Festival Show”, la prestigiosa kermesse canora itinerante, giunta ormai alla 8^ edizione, che si snoda tra le più belle località del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e dell’Emilia Romagna. La manifestazione, che fa capo alle seguitissime Radio Birikina e Radio Bella e Monella del gruppo del noto imprenditore Roberto Zanella, è diventata nel corso degli anni un fondamentale punto di riferimento nel panorama musicale italiano, riversando nelle piazze del nordest peninsulare un fiume di appassionati, a godere delle impeccabili esibizioni di personaggi tra i più popolari del momento. Ancora una volta, come consueto il nastro di partenza è stato tagliato a Castelfranco Veneto, con una serata che ha visto una piazza debordante di oltre trentamila persone, e vedrà srotolarsi il previsto percorso nelle tappe di Comacchio (FE), Jesolo Lido (VE), Pordenone, Zevio (VR), Vicenza, Caorle (VE), Bibione (VE), Abano Terme (PD) tra le più importanti, fino a giungere alla finalissima di Marostica, in provincia di Vicenza, nella notissima Piazza degli Scacchi. Nutrito di volti noti, come al solito, il gruppo degli ospiti, che si alterneranno nei vari appuntamenti e distribuiranno al pubblico bella musica e trascinanti emozioni, intervallati dai 12 giovani in gara, tutti molto bravi, che hanno superato brillantemente le dure selezioni preliminari.. Tra i vip che saliranno sul palco campeggiano i nomi delle due conduttrici, che affiancheranno il conduttore storico del festival e nota voce di Radio Birikina Paolo Baruzzo, la bella ed effervescente Barbara Chiappini, che col suo charme mediterraneo ed il suo talento indiscutibile, saprà certamente riscaldare il già esplosivo pubblico, e la fredda ed inespressiva bellezza nordica di Ela Weber, che dopo essere inclementemente sparita dalla scena televisiva, che aveva frequentato con alcune apparizioni, quasi comparsate, ma comunque di poco conto, tenta un improbabile rilancio proprio dal prestigioso trampolino della corte di patron Zanella. Guest star sarà la conturbante soubrette calabrese Elisabetta Gregoraci, che dopo essersi scrollata di dosso l’eco degli scandali legati alle ultime vicende che hanno scosso il jet-set italiano, si è tuffata a capofitto nel lavoro, strappando proficui contratti a destra e a manca, con encomiabile impegno professionale e artistico, a dimostrare intelligentemente il suo spessore ai frettolosi e cinici inquisitori mediatici italiani, demolendo a colpi di talento la loro sterile vocazione. Ospite fissa in tutte le tappe sarà l’ormai consacrata regina del porno Eva Henger, puledra di razza della scuderia del decano dell’hard e suo ex marito Riccardo Schicchi, che dopo aver raggiunto le vette dell’Olimpo delle pornostar, si è cimentata in qualche breve esperienza televisiva: al festival canterà in coppia col cantante Mal, tentando una nuova esperienza, dopo il consolidato successo costruito nel campo delle luci rosse, tra spettacoli e pellicole mozzafiato, in cui ormai da anni esprime il suo indubbio talento, abilmente sfruttato dal suo esperto pigmalione. Tra gli altri tanti nomi presenti spiccano Al Bano, i Righeira, Giucas Casella, Franco dei Califfi, Marcella e Gianni Bella, Andrea Mingardi, Ana Laura Ribas, Mario Rosini, Paolo Mengoli, Giuliano dei Notturni, i Gemelli Diversi, i PQuadro, Stefano Centomo, i Khorakhané, Louiselle, Drupi, Simone Cristicchi, Gianni Togni, Mariangela, gli Audio 2, Daniele Stefani, Sandro Giacobbe, Marco Carena, Ivana Spagna, i Flaminio Maphia, le 2 Black, Renato dei Profeti, Gian Pieretti, Donatello, Umberto Tozzi, Annalisa Minetti, i Corvi, i Krisma, Paola e Chiara, Silvia Salemi, i New Trolls, Francesco Baccini, Federico Salvatore, Luca Sardella, Massimo Bubola, Amanda Lear, i Milk & Coffee, Bobby Solo, Michele Zarrillo, Stefania Orlando. Ma l’ospite più attesa, dal pubblico e dagli addetti ai lavori, per ovvii e svariati motivi, è la celebre sexystar romana Loredana Bontempi, che da alcune settimane si gode il successo che sta riscuotendo il suo singolo estivo “Esta noche se baila”, che imperversa nelle radio, nei villaggi, nelle discoteche, nelle scuole di danza dell’intera penisola. L’eclettica artista, diplomata al conservatorio romano di “S. Cecilia” e con quasi due lauree all’attivo, con il brano dal ritmo brioso e salsero, scritto dal noto giornalista Antonello De Pierro direttore di Italymedia.it e storica voce di Radio Roma, farà sognare e ballare il pubblico di Jesolo Lido e di Caorle, località in cui si esibirà nell’ambito del Festival Show, accompagnata dalle suggestive immagini che scorreranno alle sue spalle del video musicale realizzato dal bravo regista Dario Domenici, che ha curato insieme ad Antonello De Pierro la produzione artistica del disco stesso. Il video è fruibile on line all’indirizzo ufficiale http://it.youtube.com/italymedia , ma è già praticamente presente su tutto il web.