mercoledì, marzo 14, 2007

Chi butteresti dal Campanile?

Non è che oggi mi sia propriamente stancata.
Un kebab con Ting, un giro per Bologna, qualche chiacchiera a far da Glassex sul tavolo di un incontro che non sai mai a cosa potrà portare, se a un'amicizia di quelle "ti chiamo alle due di notte" o a una conoscenza profonda quanto una tazzina di caffè.
Non mi sono stancata eppure sono a pezzi.
Adesso dovrei andare a un reading dedicato ad Achille Campanile, quindi mi aspettano:
una ricerca affannosa nel caos cosmico del mio armadio per decidere cosa mettermi,
la cotonatura della frangetta,
quindici minuti di trucco,
un sorriso Durban's posticcio da dedicare all'intellighenzia calderinese,
una vasta gamma di espressioni interessate/stupite/partecipi da sfoggiare mentre due attori sfigati reclamizzano poeti morti a una platea di otto persone.
Quando tutto quello che vorrei fare è:
finire di digerire il doner kebab emettendo rutti al peperone e salsa yogurt da far rizzare i peli al mio fedele peluche "Leoncino",
starmene in pigiama di flanella e calzettoni di Babbo Natale ,
leggere il mio nuovo Burroughs sotto il piumone sospirando di piacere e disgusto senza che nessuna emozione sminuisca mai l'altra ,
bermi tazzone e tazzone di tisana camomilla e miele per favorire sonno e diuresi.
Vado a infilarmi delle perfide ballerine segapiedi per sembrare più elegante la stazza nonostante.
Che peso, la mondanità....

7 commenti:

Claire. ha detto...

ah, le ballerine segapiedi. Fide compagne d'avventura, essendo le uniche scarpe che come dice mia madre, mi fanno "sembrare una femmina, finalmente". Però segano i piedi :-\
Achille Campanile? Niente "solo iniziali"? :-)

Zeno ha detto...

Era tutto il pomeriggio che me lo chiedevo, ma quella frangetta è cotonata?
Chiama pure alle due di notte, becchi l'unico momento della giornata in cui sono veramente lucida.

smack

Passero ha detto...

Infatti vedo che tutte portano le ballerine, anche se la domanda che mi chiedo, dal basso delle mie tennis (o meglio scarpe da ginnastica, di cinnezza memoria) saranno poi così comode?
poi mi sono ricordato che le donne sono specialiste nell'indossare scarpe che possono essere tutto tranne che comode :-P

Radiant ha detto...

E che han letto di Campanile? O erano vari autori dedicati allo storico Achille nazionale? ;)

SoulChoppa ha detto...

@claire&passero: i vostri commenti si appagano a vicenda! Che meravigliosa sintonia fra bloggers!

@zeno: occhio che ti prendo in parola. E sì, è cotonata ;)

@radiant: hanno letto dei pezzi stupendi, tra i quali ricordo "Seppie con piselli" "Il povero Piero" (sensazionale) "La Quercia del Tasso". Più uno che non conoscevo affatto sulla contessa Mabel e il suo povero cagnolino.

Radiant ha detto...

Hahahahhahahaahhaha il povero Piero (che perì a Pavia, mi sembra... patì, perì, però al perù parò) e soprattutto il tasso barbasso della quercia del Tasso. Gli altri due non me li ricordo. ;)
Felice notte (sto finendo di ascoltare per l'ennesima volta Dark side of the moon e ovviamente è sempre un piacere, poi vado sotto coperta pur'io :D )

Pep ha detto...

Ma poi saran così belle le ballerine?
Vuoi mettere l'eleganza di un paio di Dr. Martens neri con la cucitura gialla che li rende qualcosa di più di semplici anfibi?