mercoledì, aprile 26, 2006

La Festa di Tutti


Oggi, 25 Aprile.
Prodi: "La festa della liberazione dal regime nazi-fascista e dalla guerra è l'occasione giusta per ricordare che siamo un Paese unito, e che al prossimo referendum è giusto votare "no" alla modifica della costituzione".
Calderoli, Fini, Casini & Co.: "Il 25 aprile dovrebbe essere la festa di tutti: strumentalizzandola, Prodi vuole dividere il Paese".

Prima riflessione a caldo:
-Il 25 aprile non è la festa di tutti. E' la festa di chi il fascismo l'ha combattuto, odiato, subìto e sconfitto. E di chi si ricorda o ha coscienza di ciò che è stato, e non cerca di ripeterlo nel presente. Perciò mettete via le raganelle e le facce di circostanza, ignoranti.

Seconda riflessione a caldo:
-Da quando in qua Calderoli sa pronunciare la parola "strumentalizzandola"?

Terza riflessione (ormai bollente):
-"Dividere il Paese"? "DIVIDERE IL PAESE"??? Ma se state cercando di modificare la costituzione per instaurare il federalismo!!!!! Chi è che divide a questo punto?

Quarta riflessione (vapori della rabbia che sfumano nel dubbio):
- Mi farà bene guardare così tanto SkyTG 24 o tra due mesi mi verrà un' ulcera grossa come il Molise?

5 commenti:

Andrea (sdl) ha detto...

ahahahah :D carina la battuta su calderoli :D

Per il resto, beh, io rimango veramente di sasso di fronte alle affermazioni di alcuni politici che fino ad oggi han soltato voluto aggredire piuttosto che costruire.

PS : Dividere il paese? Siamo già divisi da soli, e anche in maniera precisa. 50 e 50...

Andrea (sdl)

SoulChoppa ha detto...

La domanda è: chi ci ha divisi?
Chi ha diviso l'Italia tra ricchi e poveri (paese mio che stai sulla collinaaaa...), nord e sud, istruiti e no?
Non farmelo riscrivere, lo sai anche tu! :)

princeps ha detto...

Sottoscrivo in pieno la prima riflessione. In calce e inchiostro. Rosso.

Anonimo ha detto...

marta sei grande!! e queste riflessioni dovrebbero essere fatte circolare e affisse su manifesti nelle citta' in faccia a chi sostiene e propaga odio. il divide et impera romano ha sempre funzionato ma cio' che non viene ricordato sono le conseguenze a lunga scadenza..
arrivo tra poco

SoulChoppa ha detto...

Nel mio piccolo paesino virtuale già circolano liberamente su ogni pezzetto di carta volante.
Forse è sufficiente! Comunque, se non lo sapessi, hanno vinto Bertinotti alla Camera e Marini (sic, della Margherita) al Senato.
Si vede che il clima è un po' cambiato.
Aspetto fiduciosa e aspetto anche te.