mercoledì, ottobre 12, 2005

Caro amico ti scriv(ev)o


Amici!
Ho aperto un altro blog su www.alfemminile.it che si chiama "A Casa di Marta".
Li' scrivero' tutte le mie attivita' domestiche, cosi' qui mi potro' dedicare ai piu' perfidi petegolezzi e a scoraggianti constatazioni della realta'.
E via cosi', in allegria...
Oggi ho sentito un amico dopo otto anni di silenzio.
Era un mio corrispondente ai tempi della carta da lettere e della tratto-pen come canale di comunicazione (sembra incredibile che ci furono tempi in cui.), io avevo 13 anni, scrivevo cazzate, ero piena di me, credevo di essere padrona dell'Universo e capita solo da pochi eletti (nell'autorevole persona dei miei pupazzi di peluche sdraiati sul letto), mi innamoravo di tutti, fuggivo dalle responsabilita' e sognavo ad occhi aperti.
......
Ok, ero come adesso, solo che avevo 8 anni di meno.
A questo mio amichetto di penna metallaro volevo tanto bene, stazionavo davanti alla cassetta della posta in attesa delle sue missive, se squillava il telefono balzavo sulla sedia nella speranza fosse lui, se non si faceva sentire frignavo per una settimana, lo bombardavo di lettere e cartoline....una cosa tranquilla, insomma.

Poi piu' niente. Per tutto questo tempo, finche' non ho deciso di prendere in mano la situazione e di cercarlo per vie traverse (internet).
Sono sicura che mi abbia preso per una potenziale serial killer, ma mi ha chiamata e ci siamo fatti due risate ricordando i tempi andati della preadolescenza che mai piu' ritorneran (e meno male, aggiungerei).
Mi ha fatto piacere, solo che non mi ricordavo che avesse quell'accento marcato, quella risata fragorosa (un mio vicino ha suonato chiedendo di spegnere il martello pneumatico, per favore), quel modo di dire "eh" dopo ogni frase.
Eppure, non vedo l'ora di risentirlo.
Morale: cerca pure i tuoi amici d'infanzia, ma non aspettarti di ricreare la magia.

3 commenti:

Passero ha detto...

Anche a me qualche anno fa e' capitato casualmente di reincontrare un pen-friend delle medie, a causa di amici in comune. Dopo il ecchebellocisiamoritrovatichecosahaifattoinquestoperiodo, s'e' capito che non c'era molto da dirsi e da condividere. Ognuno e' tornato (giustamente) per la sua strada

SoulChoppa ha detto...

...un rischio da correre...?

Passero ha detto...

Se ne vale la pena, ma se ne valesse la pena sarei rimasto in contatto, riprendere i contatti ora sarebbe solo una perdita di tempo.