mercoledì, febbraio 20, 2008

..ma se l'aborto avesse un briciolo della tua ingenuita' (reprise)

Siccome che torna tristemente di moda, vi ripropongo uno dei primissimi post del wonderful blog. Per chi si fosse scordato che due anni fa era tutto uguale.

------------------------------------------------------------------------------------------
Quel buon cattolico di Giuliano Ferrara sostiene l'idea della Moratti secondo la quale l'unica soluzione all'aborto e' praticare la castita'.
Sarebbe come dire che l'unica soluzione all'obesita'di Ferrara e' impedirgli di mangiare.
Ma non mangiare fa male, fa tristezza ed e' contrario alla vita, proprio come non fare sesso.
Non hai rapporti sessuali? Non resti incinta.
Non mangi? Non ingrassi.
Non guidi? Non ti schianterai in autostrada al ritorno dalla disco.
Non pensi? Non sbagli.
Non agisci? Non vivi.
Che principio del cacchio.
Mi sembra che tutti questi bei moralisti abbiano pensieri da papi pii ben impacchettati nella testa da generazioni di genitori ed istituzioni imborghesite ed incattolichite fino all'osso.
Da una fessura che gli spuntava dalle pappagorge, Ferrara ha emesso una specie di peto che suonava piu' o meno cosi' "L'educazione che si dovrebbe dare non e' quella sessuale, ma che esiste un comandamento: NON UCCIDERE!"
Be', mi sono fatta un paio di domande:

1) Ferrara e' un dichiarato sostenitore della guerra in Iraq. Mi vorrebbe dire che sganciare quotidianamente bombe su bambini, donne e uomini per soldi e' tollerabile, ma che far sgusciar via un embrione da un utero non lo e'?

2) Volano frasi del tipo "Diamo spazio alla vita","impariamo il valore della vita"....e se poi nasce un altro Ferrara?

3) Ma anni fa non era lui che dava le "Lezioni d'amore" in diretta tv?

4) Ferrara (e le persone che sostengono il suo pensiero) sono mai state stuprate e messe incinta contro la loro volonta'?

Ho sempre scelto di fare religione al liceo, pur non essendo cattolica. L'ultimo anno mi e' capitato un prof che diceva, gongolando della sua inappuntabile fede ed ottusita', che la soluzione all'aids in Africa era la castita'.
NON il distribuire gratuitamente preservativi, NON lo sradicare dalla mente i preconcetti cattolici (certo non provenienti dalle Sacre Scritture, ma dalle menti ipocrite e contorte dei signori della Chiesa), NON una sana informazione sessuale. No, la castita'.
Allora vorrei, da questi luminari col gusto per il drastico, una soluzione per togliersi dai maroni e chiudersi con la cerniera le mandibole.
Propongo un bel grand tour tra i campi minati cambogiani, due mesi in Nigeria tra i bimbi che muoiono per l'HIV, qualche visita ai genitori di bimbi nati con gravissime deformazioni e malattie mentali, nei paesi di provincia dove l'incesto e' lo sport piu' praticato assieme alla comunione.
E per finire, un puttantour alla scoperta delle Fabulous Lives of quelle povere disgraziate che un bimbo se lo fanno mettere in pancia da un padre di famiglia che la mattina dopo si confessa. E compra i cabarets di bigne' per la nonna e i nipotini.
Poi al ritorno mi sanno dire com'e' andata.

11 commenti:

Passero ha detto...

Contradizione di fondo, la castita' non evita l'aborto, evita l'amplesso. Probabilmente hanno un'invidia verso chi ne puo godere (questa e' cattiva :-P)
Molte gravidanze indesiderate si potrebbero evitare con l'insegnamento dei metodi contraccettivi, che oggi abbondano, sia per lui che per lei, la Chiesa (e non la Fede che e' un'altra cosa) fin dal principio ha fatto leva sull'ignoranza.
Knowledge is the power, motto ripreso dagli hacker che si dimostra una volta di piu' veritiero.

Frédéric Vallotton ha detto...

Ciao, cara, va bene, parlo italiano, abbastanza per scriverti e capire il tuo blog. Ho ridato col tuo ritratto del signore Ferrara ! Mi piace il tono politico, la riflessionne humanista. Queste cose mi sembrano tipiche e belle della cultura italiana. Dai, sto aspettando sul seguito. Ma, chi è Ferrara, no ascolto mai le notizie italiane.

SoulChoppa ha detto...

Ferrara e' un signore che pensa "alla grande" (viste le sue dimensioni...), molto conservatore e dalle idee piuttosto vicine a quelle di chi ora ci governa...quindi reazionarie, razziste eccetera. E' un "giornalista" e direttore di un giornale italiano che si chiama "Il Foglio". sottotitolo: "se manca la carta igienica".
Scrivero' ancora sulla politica italiana e no, e devo dire che anche capire quella francese mi piacerebbe! Scambio culturale?

dressel1981 ha detto...

perfetto. niente da ridire o da aggiungere

Melina2811 ha detto...

A mio parere si tratta di un problema molto delicato che non si può affrontare con due parole. Complimenti comunque per il blog e per gli argomenti postati. Maria

Anonimo ha detto...

Non avevo letto questo tuo post perchè due anni fa non sapevo che tenevi un blog. Grazie per averlo riportato ora...chapeau, cara!!
Giuggi

Choppa ha detto...

ciao Maria, grazie a te.
ciao Giuggi, cara a te.

Anonimo ha detto...

bellissimo, attualissimo. repetita iuvant?
abbaino (ho già dimenticato la passward...)

Claire. ha detto...

e, come sempre, di aborto parlano solo uomini, e da lì, dal retropensiero maschile viene l'idea che a una donna potrebbe venire in mente di usare l'aborto come metodo contraccettivo, solo da una testa che non potrebbe mai comprenderne appieno il dolore(psicologico, fisico, quel che vuoi). Tant'è che, intervistando la Bindi sull'argomento 194, si vede la differenza: lei è cattolica, ma non ne parla nei termini qualunquisti e maschilisti di Ferrara.
Bleah.

Pep ha detto...

"D'altronde per la Chiesa/l'ideale è l'astinenza/che è un po' come un invito/all'autosufficienza" (G.Gaber - La Chiesa si rinnova)

...ma poi anche l'autosufficienza è PECCATO, ricordiamolo.

Riguardo alle recenti campagne antiabortiste, credo che sia uno di quei casi in cui "un rutto E' una risposta".

@claire: cmq non tutti gli uomini sono dotati di quel retropensiero..personalmente ci arrivo a capire che l'aborto legale NON è aver legalizzato un metodo contraccettivo..!

Claire. ha detto...

@pep: ma tu non sei l'italianomedio che vota Forza Italia, infatti :D