domenica, maggio 18, 2008

ChopPucca


Il labile confine che mi separa dalla Pucca sta rendendosi sempre più sottile col passare delle settimane e col progredire dell'iniziativa dell'editore Fabbri "Pucca Love".
Prima uscita: mouse e mousepad della Pucca. Acquistata.
Seconda uscita: ombrelletto di un improbabile rosa Priscilla con su il trasferello della Pucca che sbiadirà al secondo acquazzone estivo. Acquistata.
Terza uscita: borsina shopping di nylon rosso e cuoricini con portacellulare coordinato, con l'immagine della Pucca con le manine sulle pudenda e la faccina timida. Ovviamente, acquistata.

Risultato: vado in giro agghindata come se fossi alla prima mestruazione e non me ne frega nemmeno granchè. Il punto è che io mi sento davvero come la Pucca, e per questo plagiata dalla ditta Vooz che l'ha creata. Non sono l'unica a dirlo: la cara C. mi ha vista in webcam fare la deficiente mostrandomi con la facciona mouse-pad della Pucca al posto del mio esile visino, e ha commentato "non noto alcuna differenza".

Voglio dire, sentite qua (tra parentesi, le mie considerazioni non richieste): "Pucca è una fantastica ragazza (come me) coreana (ok non proprio come me ma io ADORO il cibo coreano!) che non può resistere ai deliziosi piatti che prepara nel suo ristorante Guh-Ryong (che vi avevo detto?).
E' piena di amici (anch'io! anch'io!), è sempre allegra (..ok, questo no), curiosa e molto determinata (questo sì!).
Oltre al suo ragazzo, adora i viaggi e la cucina, ma va pazza per un sacco di cose, al punto che fa fatica a contarle tutte! La sua passione è vivere, e la tua?".
Carina, dolce, frizzante, divertente, piena di interessi, curiosa, godereccia, amante della vita.
Insomma, sono io!
Anzi, sarei io se mi facessi di LSD e Carte d'Or ai noodles dal mattino alla sera e vivessi in un paesino rotondo di pan di zenzero dove i gatti ti dicono "ti voglio bene" e il massimo dei problemi è dato da un ragazzetto ninja che ami e che non ti caga di striscio.
Sarei io se non odiassi le persone carine, dolci, frizzanti, divertenti, piene d'interessi, curiose, goderecce, amanti della vita e se non attraversassi una fase alla"voce di John Lee Hooker" (ovvero buia e cavernosa).
La Pucca sarei io in un mondo migliore.
...Ma un mondo migliore, per me, sarebbe popolato dai fantasmi di Irvine Welsh, non da quelli di Cristina D'Avena. Lei va avanti ad haiku e tè verde, io a Pahlaniuk e Southern Comfort. Ascolta pop, non blues. Gioca a rincorrersi con Garu, non a "vediamo se oggi son più demente di ieri e batto il record di autocommiserazione".
Dunque dovrei dire che la Pucca sarei io se mi riconglionissi definitivamente e diventassi fan di Anna Tatangelo.
In fondo, essere me non mi dispiace.
E la prossima settimana, poi, esce il numero con le tazzine!

6 commenti:

Scarabocchio ha detto...

Ehm... Pucca, che argomento "scottante"!

Ne ho 2 appese al cellulare, una in tema hawaiano e una classic; per le chiamate voce ho la suoneria originale del cartone animato (per le videochiamate ho... ehm... Gioca Jouer di Cecchetto!); una Pucca morbidona e bella evidente appesa al retrovisore della macchina; 6 pins sulla borsina nera...

Anche io potrei essere Pucca, e lo sarò nella mia prossima vita!
Adesso no... non adesso!

Claire. ha detto...

Considerato che alla mia prima mestruazione, "laPucca" probabilmente era una bestemmia sudcoreana, non so quanta autorità in merito possiedo, ma mi ha mai fermato la scarsa competenza dal blaterare? No! Sono davvero contenta che odi le persone frizzanti, divertenti, e piene di interessi, ma OCIO che a forza di farti piacere le persone cavernose...ehi...

Choppa ha detto...

claire....mi hai stesa...ehi...quello non è cavernoso...quello è...uhm...la tana di un ghiro


scarabocchio...non so perchè ma sapevo che avrei trovato un tuo commento a proposito! :)
le prendi le riviste con i gadget?

Scarabocchio ha detto...

No Choppa niente riviste con gadget: ho esaurito ogni spazio vitale di questa piccolissima casa!
Ma aspetto la foto finale della tua intera collection!

;)

Claire. ha detto...

choppa guarda che un ghiro non è così peloso...

Anonimo ha detto...

Ciao, hai per caso il fascicolo N.34 di Pucca? A pag.8, il profilo A, è il romantico...??? :-) Lara