sabato, marzo 01, 2008

Vi sto trascurando come si fa con la cricchetta nel portasapone.
In breve vi racconto come vanno le cose e poi quando il corso finirà riprenderò a tediarvi come al solito. Il vostro unico compito è fare finta che ve ne freghi (e ho detto niente....).
Dunque:
1) Anna Tatangelo è davvero inquietante, ma la "giuria di qualità" del Festival ancora di più. Per quanto mi riguarda faccio mie le pagelle di Castaldo.
2) Il corso di scrittura è intenso e definirlo "emotivamente impegnativo" non solo è brutto, ma anche riduttivo. Sto imparando a non godere troppo della mia scrittura, a non credermi chissà chi, a ridimensionare tutta la questione e pure pure a pensare che l'idea de diventà scrittrisce me tocca proprio de accantonalla.
3) Sono stanca morta eppure stasera, appena tornata a casa, ho cominciato a pulire piatti e pavimenti, a scrivere gli esercizi per domani e a preparare una crostata perchè io, se non faccio l'angelo del focolare anche se casco dal sonno non mi sento soddisfatta.
Basta poco, direte voi.
E direte bene.
Vado a pastafrollare, amici fedelissimi, cricchette del portasapone che non siete altro.

8 commenti:

Andrea (sdl) ha detto...

Ti invidio sai? Secondo me deve essere bellissimo questo corso che stai facendo. Scrivere è un piccolo sogno nel cassetto che ho, ed ammetto di non averne tutte le doti necessarie, solo tanto entusiasmo.

Io ero rimasto affascinato dalla scuola Holden, la conosci? (presidente baricco :) ).

Perchè temi di dover accantonare la tua splendida idea?

Choppa ha detto...

Mi ricordo bene che anche tu vorresti scrivere. Sto imparando che l'entusiasmo dev'esserci ma va ben governato, altrimenti è controproducente.
Sono felice di avere come insegnante il grande Fois, che ha esordito così: "io vorrei che da questo corso più che ottimi scrittori uscissero ottimi lettori".
Ecco...è la stessa cosa che vorrei dicesse anche Baricco, ma non lo fa. Quelli che escono dalla sua scuola sembra che scrivano allo stesso modo, con uno stampino che dopo un anno e un libro pubblicato muore.
Ma chissà! Non si può mai dire!
Grazie di essere ripassato.

Isabel Green ha detto...

ti aspettiamo fiduciosi ;)

dressel1981 ha detto...

mappercaritàdiddio!!! non accantonare l'idea di diventare scrittrice. poi ci scambiamo le ricette della pasta frolla...tra ingorde, ci s'intende!!!

Andrea (sdl) ha detto...

Choppa, parli per esperienza? non pensavo fosse così distruttiva la scuola di baricco.

Comunque Fois ha ragione. Ogni scrittore prima deve essere un lettore :)

Andrea (sdl)

Zeno ha detto...

io la famosa crostata l'ho divorata! Io sono una privilegiata! ihihihi

Claire. ha detto...

mi sono chiesta PER ANNI come diamine si chiamassero, e ora, grazie a te, saggia Choppa, lo so: cricchette del portasapone.

Choppa ha detto...

@claire: l'ho controllato sul Chopparelli 2007 (prefazione di Choppa de Mauro)