mercoledì, febbraio 06, 2008

E insomma, così

Il 20 febbraio uscirà il nuovo disco di Elio, "Studentessi", volendo allegato a Repubblica o a L'Espresso alla cifra popolare di 14 euri. Ho già prenotato la mia copia dall'edicolante bastardo di fiducia, che ogni volta che entro nel suo negoziètto di periferia mi guarda come se fossi un enorme, amorfo pezzo di merda dalle molteplici personalità, forse perchè settimanalmente (ovvero suino....scusate, questa la capiranno in pochi), gli chiedo tutti in una volta Vanity Fair, XL, Rolling Stones, Cucinare Bene e Mani di fata (sì, io in edicola ci lascio gli stipendi e mi faccio pure trattare male, e allora?).
E' un periodo così, nel quale scopro gli ineffabili piccoli piaceri della vita: controllare ogni dieci minuti l'email per vedere se ho vinto il concorso sui Beatles solo per trovare la casella vuota, senza rendermi conto che farmi venire la tachicardia 400 volte al giorno per un cd di Ringo non è poi 'sta gran furbata; fare la spesa al Carrefour riempiendo quattro buste, trascinarle per due rampe di scale e una volta poggiate le chiappone sul divano traslucendo di sudore accorgermi che non ho preso l'unica cosa che davvero serviva; bere due litri al giorno di acqua Uliveto solo per il gusto di passare l'intero pomeriggio sul cesso; pulire bene gli angolini ostici del pavimento del salotto; seviziare un'arancia per sentire l'odore di Natale che si spande nell'aere come microbi in ascensore.
In pratica, non ho molto da fare: mi sento apatica e nauseata da tutto.
Ieri sera mi sono addirittura scoperta a rileggere "Le migliori 400 barzellette di Gino Bramieri", e morire se me ne ricordassi una.

6 commenti:

Dilloapepi ha detto...

Dai, raccontacene una...

abbaino ha detto...

ho sempre bevuto molta acqua. e soffro pure di squaccheroni

dressel1981 ha detto...

grazie dell'informazione, mitica!!!

Choppa ha detto...

@abbaino: anch'io, anch'io!
@dressel: ;-) accàttatelo!
@pepi: ...non ci riesco. Non me ne viene in mente UNA.

Anonimo ha detto...

choppa dolcissima, sono molto invidiosa/gelosa della tua partecipazione a trame di carta. bel titolo. certo marcello fois non può competere con la tua vecchia prof di scrittura creativa... sigh sigh. Mi consolerò a condizione che:
1) mi racconti per FILO e per fino tutti i particolari
2) mi passi le consegne degli esercizi di scrittura
3) mi giuri che "come me nessuna mai"
4)purchè tu non diventi una "giallista bolognese", veh!
baci
la vecchia prof di scrittura creativa

Choppa ha detto...

@la mia vecchia prof. di scrittura creativa
1) te lo racconto per Fois e per segno
2)è chiaro! Ho già pronto il quadernino da spia del KGB recante la sua brava etichetta "consegne abusive per la prof" (devo fare pratica da spia, lo so)
3)preferisco "come te non c'è nessuno", così non scomodiamo quel muccino d'un muccino
4)giallisti bolognesi? Puah!

A presto per i racconti ;)