lunedì, febbraio 11, 2008

Apocalyptica (con lasagne)

Ad acuire il già intenso dolore, una seratina a base di lasagne fredde e Amici di Maria de Filippi.
Nell'ordine, ho sentito:
1) crescermi a cavallo del naso un brufolo energumeno, minacciante ambiziosi progetti espansionistici lungo lo zigomo sinistro,
2) la mutter tifare per un certo Marco Carta che secondo lei canta tanto bene ma per me ha la voce uguale a Valeria Marini che imita male Stevie Wonder dopo una pinta di troppo giù al pub di quartiere,
3) la Celentano condannare le cosciotte tornite di un'aspirante ballerina e non sognarsi di spendere una parola sugli imbarazzanti 40 kg di Anbeta,
4) la Celentano usare a sproposito il termine "dilettante",
5) la de Filippi spiegarglielo leggendone la definizione su un foglio A4 tirato giù da Wikipedia,
6) una televendita che reclamizzava un porta-creme "risparmioso",
7) Luca Jurmann dire "non agivi con naturalità",
8) un allievo (piuttosto figo, a dire il vero) rispondere a una critica del maestro nel seguente modo "è solo un'opinione personale, io mi son piaciuto".

E ho visto........

Ho visto legioni di studenti protestare per un due in matematica dicendo che "tanto quella di storia mi ha detto che l'importante è metterci il cuore, non la tecnica" e massaie Gabbanate spintonarsi al supermarket per raggiungere la confezione di muesli più risparmiosa, chè la naturalità è essenziale nell'agimento della vita di tutti i giorni.
Ho visto bimbe aventi diritto glitterare diari con la faccia di Giggi, mangiare un pinguì sentendosi in colpa, rispondere "'zzi tua" a un supplente qualunque.
Ho visto gli stracci di dignità televisiva trascinarsi lerci per le vie di Roma, raccattando le gomme, gli insulti, gli errori, spaziando nel vuoto di rispetto reciproco, agonizzante tra le onde d'incongruenze ipocrite, di mazzette per litigare, di rabbie da té.
Ho visto Costanzo soffiare a Proietti la dirigenza del teatro Brancaccio e programmare soltanto musical aventi come star i ragazzi di Amici.
Ho visto questo, la cultura in frantumi, lo sprezzo di una morale, di una civiltà già precaria.
Buona grazia che la mutter ha cambiato canale.
Ho guardato il meteo.
Mi è venuto da piangere.

3 commenti:

Mimmo ha detto...

...c'è da stare allegri, insomma, a guardare la tv.
sic!

Choppa ha detto...

di mondi! ;)

fabrizio ha detto...

glitterare è strepitoso (e forse anche trendissimo!)