venerdì, maggio 18, 2007

Crying at the Conad

Spesa alla Conad, quella sui viali. Come quale? Quella vicino al take away dall'evocativo nome di "La tua Piadina....sui Viali".
Ecco, quella lì.
Se foste una commessa di quella Conad sui viali avreste imparato a riconoscermi: una tatona giovane e ben messa che trascina boccheggiando un passeggino animato da una specie di Slaimer urlante e chiazzato di bava.
Avreste imparato a temermi.
Nella mano destra, il suddetto passeggino ripieno di bimba furente.
Nella sinistra, un carrello sbilenco ottenuto grazie alla pesca miracolosa di 50 cents trovati chissà come in un anfratto della borsa; carrello che si incastrerà alla prima crepa di linoleum e lì resterà, cocciuto, davanti alla scansia dei succhi di frutta, rifiutando di collaborare.
Nel cuore, licenza di uccidere.
Nella tasca dei pantaloni da fatica, un biglietto sgualcito recitante una lista della spesa di minimo 15 voci, e mai che siano pane, uova, latte.
No. Troppo facile.
"Allora senti, prendi lo yogurt alta qualità frutti di bosco (fuori commercio da mesi, pare, perchè non l'ho MAI trovato, n.d.C.), i biscotti Zalet ma non quelli con lo zucchero. MI RACCOMANDO. Quelli senza, SENZA! Capito? Senza. Tre etti di carpaccio non calloso, per favore, bello fresco e compatto e che sia BUONO (see, grazie tante se riesco ad arrivare viva al banco dei salumi), un pacco di cracker salati, integrali e senza glutine con la dicitura "ogm free" da ambo i lati. Se ce l'ha da uno solo NON PRENDERLI, è tutto chiaro?"
Sì sì, chiarissimo. E' chiaro come il sole che devo cavare i piedi fuori da questa situazione.
Entrare è sempre semplice: il dolce fagottino è incuriosito dalle luci al neon, dall'atmosfera nuova di consumismo, dal rumore dei carrelli.
Cerco di approfittarne sempre, e sfreccio verso i reparti più duri: frutta e verdura. Guaina di plastica, bustina viscida che non si riesce mai ad aprire in tempi ragionevoli, palpatina alle arance e via.
Non faccio in tempo ad arrivare alla voce "salsa di soia Kikkoman NON FREDDA eh?!" che la creatura emette certi urli acuti da far invidia a Bjork. La clientela della Conad s'irrigidisce in un'unica schiena.
Io e l'adorabile canaglia diventiamo oggetto di compassione (lei) e bersaglio da immolare (i0) di tutta l'umanità femminile carrellata, catalogabile in diverse categorie:
1)La Sospettosa.
"Che hai amoruccio caro...la mamma non ti dà da mangiare?"
Esatto signora: non c'è niente come il digiuno per forgiare il carattere.
2) La ripetitiva
"Sei staaaaaanca poverina, sei staaaaaanca. Sei tanto staaaaaanca. Io lo so cosa sei tu."
Mi lasci indovinare....
3) La Single Volenterosa
"Guarda, ti aiuto io! Buona bimba, bella bimba, brava bimba.Te la farei io la spesa, ma non posso mica. Non sono la tua mamma!"
Nemmeno io lo sono, ma almeno non me ne vanto apertamente.
4) La Ero Meglio Io
"Quando mia figlia faceva così io la prendevo in braccio e la cullavo, mica la lasciavo a strillare nel passeggino!"
Grazie per la dritta, allora porta lei la confezione da sei d'acqua naturale con una mano sola? E già che c'è, mi cerca il pecorino sardo stagionato nella paglia sassarese visto che la sua prole l'ha già svezzata da trent'anni e io sto ancora qui come una pirla a spinger carrozzine?
Ma alla fine ce la facciamo sempre, io fresca come una fetta di feta muffita, lei felice di uscire e di aver seminato il panico nel supermarket di quartiere. Tanto che mi sorride, mi fa "nghèèè" e si addormenta.
Ci avviamo lentamente verso casa.
Dietro di noi brillano le micce come nel finale del Caimano.

10 commenti:

guccia ha detto...

Choppa che dire? Sei unica! Ho riso una riga sì e una riga sì.
Potresti uccidere (insieme alle quotidiane minacce sul clima e sulla fine del mondo, più l'idea che dopo laureati bisognerà pure lavorare seriamente) qualsiasi timido tentativo di voglia di maternità :D

fabrizio ha detto...

Choppa è grandiosa enormemente comica e poi poetica.
Una cosa per la Guccia: non tutti i pupi sono così. Da una madre che esterna tutte quelle "raccomandazioni" nel fare la spesa diciamo che un po' me lo aspetto che nasca e cresca un essere un filino ansioso ed estremamente urlante.

guccia ha detto...

Eheheh lo so, scherzavo :P
Poetica tanto.
A proposito, chopparé, ti ho coinvolto in una di quelle pallosissime catene :P Con la tua cultura musicale... (e non solo)...

Pep ha detto...

F-a-n-t-a-s-t-i-c-a!
Ho riso veramente di cuore!

pg ha detto...

choppa li hai poi trovati i cracker salati, integrali e senza glutine con la dicitura "ogm free" da ambo i lati?

buahahaha

complimenti!!

Scarabocchio ha detto...

...mi scappa la pipì!

:-D
:-D
:-D

Claire. ha detto...

questo post andrà direttamente nel mio elenco delle 100 Cose Per Cui Vale La Pena Pagare Un Culo Di Soldi Per Internet :D
mi ha distrutta! huahuahaua choppa for president!

SoulChoppa ha detto...

@pep, claire, scarabocchio,pg, guccia, fabrizio: grazie!...la scelta è tra l'essere ironici o scoppiare a piangere chiedendo venia a Visnu per i peccati commessi nelle vite precedenti.
La prima opzione è quella più sofferta, ma anche la più saggia. Credo. Buaaaaà!

@pg: i biscotti li ho trovati dopo essermi resa ridicola con il commesso dodicenne della Conad

@claire: passa all'ADSL a prezzo fisso, e perle come questo post costeranno meno! Tutti potranno permettersi di leggere cazzate!

pax8a ha detto...

Buahahahahahahah!!!
Sto morendo piegata a metà, presa da convulsioni da risata!!
..come se scene del genere non le avessi vissute in prima persona (passeggino escluso)!

Choppa sei un mito!!

A proposito di slimer urlanti e sbavanti.. apro e chiudo una parentesi personale..come fa una 34enne che vuole un figlio, si sente ancora giovane, ma il cui ticchettio dell'orologio biologico è ormai diventato assordante? E ha un lavoro part-time pergiunta?
Come si dice..la parola ai poster(i)

Choppa ha detto...

@pax8a: leggo in ritardo ma leggo.
Ah, non chiederlo a me. Dopo queste belle esperienze non ho voglia di figliare, sinceramente.
Comunque l'amore trionfa e part time o no, se il figliuol dive arrivare, arriva.
Ti piace questa filosofia spicciola?
Bene, perchè mi appartiene.
:)
un bacio