lunedì, marzo 26, 2007

25 Anni di Matrimonio (ma non li dimostrano)


Il discorso aleggiava da mesi in casa mia. Sbucava da sotto il divano mentre guardavamo la tivù, si nascondeva nel cestello della lavatrice per morsicarti le orecchie proprio quando ti piegavi a pescare un paio di mutande. A dicembre si trattava solo di sbuffi d'idee scambiati con le sorelle:
"certo che potremmo organizzare qualcosa per il venticinquesimo dei geni..."
"già 25? cacchio son vecchi eh?!"
che a gennaio si son trasformati in progetti concreti da piccole imprenditrici:
"sarebbe da andare a Montecapra, dove han fatto il pranzo di nozze nell'81.."
"troviamoci al Boh per un panino con la cotoletta e una carriola di olive ascolane, che ne parliamo!"
e a febbraio han preso tutte le caratteristiche dei diabolici piani di un'associazione a delinquere:
"dai chiamiamo tutti gli amici di una vita e NON DICIAMOGLI NIENTE!"
Alla dodicesima oliva ascolana volavano frasi del tipo:
"prepariamo noi le bomboniere!" "chiediamo un menu di sei portate!"
Arrivati a "secondo voi è meglio il tulle o il cellofan?" avevamo già dipinto con colori acrilici tutto un mondo fatato che avrebbe preso vita, secondo le nostre ingenue fantasie, sabato 24 marzo.
Sarebbe stato perfetto: una ventina di vecchi amici raccolti attorno al desco, fiumi di crescentine e strutto, ciotoline bianche ricolme di confetti argentati, i nostri genitori commossi e imbarazzati e noi tre della banda Bassotti che ci scambiamo occhiolini malefici ma complici.
Lasciamo il Boh convinte di essere delle espertone di feste a sorpresa.
Certo, come no.
L'idea di preparare da sole e all'oscuro dei festeggiati un ricevimento per trenta persone sembra meravigliosa, al terzo Martini.
Ma il mattino dopo, nel riflesso della tazza del water, tutto assume la sfumatura marrone del dubbio.
Intanto, contattare gente che l'ultima volta ti ha vista con addosso un pannolino Extra Continenza e la maglietta di Poochie macchiata di Plasmon non è facile per niente.
("Pronto sì ehm , ciao...senti io sono la Marta, la figlia di G. e M, ti ricordi? Ecco bè...facciamo questa cosa e...come? sì ero io quella che rubava il salame dal frigo per andarlo a mangiare nel gabinetto, ah ah. Eh già. Senti , sarebbe il 24 e..sì sempre io quella che strappava le magnolie e ti ha azzoppato il gatto tre volte, ma senti se potessi veni.." questo discorso moltiplicatelo per 15 e comincerete a farvi un'idea della situazione).
E poi, prepare le bomboniere è un lampo di genio abbacinante, con l'ausilio di un paio di cuba libre. Vorrei vedere voi, a cercare di far stare insieme sei confetti senza grattar via la pàtina d'argento schifido.
E decidere il menù, organizzare il trasporto della torta formato Orca Marina, preparare l'album delle foto da regalare, contattare tutti, confermare, far quadrare, e tutto senza dire una parola.
Senza far dire a NESSUNO una parola. In un mese.
Impossibile, direte voi.
Non per noi, cari.
E' stato un successo. Non dimenticherò mai l'entusiasmo di tutti gli amici dei miei, la mutter che, convinta di passare una tranquilla serata fuori con le figlie, si ritrova davanti uno squadrone di pazzoidi che l'accolgono con un applauso. Mio papà sempre zitto, rosso come un peperone in estate, felice ma incapace di esprimerlo. Nè dimenticherò l'affetto verso di loro, questa coppia così scalcagnata che
tanto mi ha fatto incazzare e che non conosco ancora.
Alla fine di tutto, a vassoi vuoti e torta demolita, coccolo l'ultimo bicchiere di vino e mi siedo davanti a L. In mano tiene una vecchia foto arancione di mia madre vestita di bianco che balla abbronzata alle isole Eolie.
"Ti vedo triste, tutto bene? Qualcosa non andava?"
"No no, anzi, che bella cosa avete fatto, tu e le tue sorelle. E' che sai, il tempo passa. Me ne rendo conto solo ora".
Benny, con i suoi boccoli al Pantene e il look sciogliadolescenti guarda me e la mia scollatura, e ci sentiamo un po' sciocche.
In testa la nostra vita che deve ancora cominciare, lontane anni luce da un ipotetico incontro a sorpresa con una scatola di confetti d'argento.
In testa qualche progetto ambizioso, un paio di canzoni dei Jamiroquai, un'ombra di vino.
Niente di più.

17 commenti:

guccia ha detto...

Esilarante ma soprattutto dolcissimo... una di quelle cose che restano per tutta la vita.
Meravigliosa Choppa!

Anonimo ha detto...

ecco da chi hai preso la tua raggiante bellezza.

sei talmente brutta da essere bella dentro.

SoulChoppa ha detto...

@anonimo: aaah! grazie che tesoro!! bè, sono orgogliosa di essere come sono. Tu non puoi dire altrettanto, visto che ti vergogni persino del tuo nome.

Giuseppe ha detto...

@anonimo

Se non sei in grado di riconoscere la bellezza esteriore
come pretendi di conoscere quella interiore?

Se sapevi distinguere tra bello e brutto ti saresti astenuto
dall'inviare spam.

Del resto non potresti riconoscere qualcosa di bello
nemmeno se ti mordesse il culo.

Rimani confinato all'ombra del tuo anonimato,
non sei il benvenuto in questo blog!

Claire. ha detto...

ma chi è sto scemo anonimo che commenta? ha dato il cervello alla banca dei pegni per comprarsi la catena d'oro Baci&Abbracci, come minimo..!
comunque avete fatto una cosa dolcissima e bellissima per i vostri genitori...e capisco cosa intendi quando dici che siamo lontani anni luce da quell'incontro, con qualche progetto in testa; e io in questi giorni mi sento, eppure, così vecchia, come se avessi meno tempo, in fondo...mah :-\

guccia ha detto...

Oggi scopro che gli imbecilli passano ovunque, anche fra i blog. A quale canone preconfezionato di bellezza ti riferisci? A quello che ti ha insegnato mamma televisione? Sono belle solo le bionde acciughe con gli occhi azzurri? Oltre che imbecille cecato e banale pure. Ti auguro di finire sposato a una barbie oltre che altre cose meno virtuali.
Choppa tu sei democratica, bella e intelligente, ma certi commenti non servono all'umanità, te l'assicuro.

SoulChoppa ha detto...

@giuseppe, claire e guccia: voi sì che ve ne intendete!
ho deciso di non cancellare quel commento perchè chi l'ha scritto possa fare una bella figura di merda, come si merita.
un bacione a voi e pure a lui (o lei?) che mi sa ne ha un gran bisogno... :)

Pep ha detto...

S-P-E-T-T-A-C-O-L-A-R-E!
Grande Choppa!

(riguardo l'anonimo, mi pare che si commenti ampiamente da solo..)

fabrizio ha detto...

Piccolo pensiero pessimista: se mai arrivero' ad una tappa come quella dei genitori, saro' tanto rincoglionito che passerei la serata di festeggiamenti a cercare di ricordare dove ho gia' visto quelle facce cosi' allegre.
Grandissime Choppa and her sisters! Solo una cosa e' mancata, alla celebrazione: una bella canzone in stile Puppini!

Marco ha detto...

Mitica CHOPPA!!!!
Non cancellare il commento dell'ANONIMO,la daresti vinta a lui/lei!!!!
Se la gente si diverte con cosi poco,facciamoli divertire!!!!!!

SoulChoppa ha detto...

@fabrizio: certo che tu vai sempre a pensare al meglio, eh?
considera che probabilmente la tua dolce metà sarebbe giovanissima, quindi ti spiegherebbe lei chi sono quelle facce ("ma caro, è stato tuo testimone, te lo ricordi?")
@marco: secondo me si divertono con molto meno. Intasando water, per dire. O guardando Verissimo in tivvù. Poveri loro! :)

zen ha detto...

@choppa: un post lungo e commuovente

@anonimo: sei un essere triste e invidioso. Sei talmente imbecille fuori che devi essere proprio una merda dentro.

Anonimo ha detto...

io sono anonimo ma sono buono.

non come soppachoppapà ma poco meno.

lei è talmente buona dentro da essere brutta fuori.

ah e mi firmo così state tranquilli:
carlo bensante

Giuseppe ha detto...

@carlo bensante

Sarei curioso di vedere quanto sei bello!

visto che sei tanto buono e bello
deliziaci con una tua foto così ci
rendiamo conto di quanto sei meraviglioso.

SoulChoppa ha detto...

@claudio: se ti consideri buono, proprio tu che ti permetti di insultare me e i miei genitori, allora è evidente che hai un grave problema a giudicare te stesso e gli altri.
La tua superficialità non ha limiti, il che mi affascina: è raro trovare persone tanto sciocche. Con questo il discorso per me è chiuso.

Mirra ha detto...

Good words.

Anonimo ha detto...

Ho letto ora il post dei geni...e me ne vergogno molto, perchè è stupendo e avrei dovuto gustarmelo prima!
Ma il gusto di rivivere quel momento dopo 3 anni è stato effettivamente unico!!

Visto che sono la sorellina piccola ma stra mafiosa, pericolosa e violenta dico a quel gan p..zo di m..da di un anonimo che se riprova a scrivere lo vado a prendere io e gli spacco tutte le ossa che si ritrova in quell'insulso corpo fetido. Gli cambio i connotati talmente tanto da farlo diventare bello dentro. e fuori.