venerdì, novembre 10, 2006

Una mattina


La radio accesa su Stereo Città, canzoni vecchie di tre o quattro anni che si agitano come bimbe egocentriche, bimbe con le rughe incatenate alla legge delle Majors discografiche: o resisti per più di un mese o ciao ciao bella, navigherai per sempre sulla spuma gracchiante di onde corte e sconosciute.
Io che scrivo la lista della spesa
carta igienica
latte
insalata
cavolfiori
mele
sul brutto tavolo bianco investito dal sole, con la penna Staedtler che sbava inchiostro denso.
Accanto ad ogni voce disegno ciò che ho scritto, come se mio padre non sapesse leggere, come se avesse bisogno dei miei particolareggiati pittogrammi per poter comprare frutta e verdura. Pittogrammi fiamminghi, con le macchioline di terra sulle foglie d'insalata, il bruco nelle mele, il tratteggio per lo strappo nei rotoli di carta.
Non ha senso tutto ciò, sentire il nuovo singolo delle Vibrazioni senza volerlo, mettersi a sedere per preparare un esame senza darlo, pensare a cosa mangiare per pranzo, a cosa scongelare per la cena, spalmare la marmellata d'arancia amara sui cracker salati.
Adesso c'è Shakira e la sua voce mi fa incazzare da morire.
Sembra che canti con la gola tappata da un calzino, sembra che non abbia sentito mai parlare del concetto di respirazione di diaframma.
Eppure ha appena vinto 5 Latin Music Awards,
perciò criticare la sua tecnica ha un senso?
Ho deciso, mi preparo il petto di pollo e i cavolini di Bruxelles.
Però su ci metto qualche goccia di olio al tartufo, così, per vedere come ci sta.
Per vedere se riesco a trarre da tristezza paradiso.

9 commenti:

princeps ha detto...

Sei riuscita a sciogliere la tristezza? Mi auguro di cuore di sì! Appena risolvo i guai informatici torno più assiduo.
Un bacio.

Fra

SoulChoppa ha detto...

Ah, meno male!
...visto che i miei lettori sono sempre un po' restii a commentare (vero? ;) ) almeno tu alzi la media dei commenti!
Grazie di cuore, a presto.

ps: la tristezza in parte non mi abbandona mai, ma la soffoco inventandomi mille diversivi. Adesso per esempio sto sguazzando nella linguistica generale..wow!

Anonimo ha detto...

Marta, alzati e felicitati!!!

No more tristezza nei nostri cuori!!!

Il CIOCCOSHOW e' arrivato a Bologna!!!

..E INDOVINA CHI DOVRA' ANDARE A RITIRARE UN PREMIO ALLO STAND CIOCCOSHOW DOMENICA POME???

eH...TI DO uN indIZIO...

sono io!!!!!!!!!!!!!!!!!

vIENI CON ME, OH TAGLIATELLA DI NONNA PINA????
dOVREI ESSERE LI' ALLE 17:30 CON DOCUMENTI ALLA MANO, UN GIRO DI DIABETE E POISI VA A FESTEGGIARE.

...tJ VA???

CONTATTAMI AL PIU' PRESTO!!!

w IL CIOCCOLATO!!!!

sTEFANIA

(p:SANCH'IO ODIO SHAKIRA!!! UN AEROFAGICO FAREBBE MEGLIO!!!)

SoulChoppa ha detto...

E' proprio vero, dove non arriva lo spirito giunge la cioccolata!
Un vero toccasana per il mio umore.
Grazie del bel pomeriggio

Anonimo ha detto...

It's not easy to sing :)
Povera shakira. non che la adori per carità. Ma non è detto che sia così animala nello studio del canto.
Molte voci sono davvero particolari, che la loro risonanza esterna non farebbe percepire le differenze e le peculiarità.
A volte una voce è particolare a tal punto che sembra non allenata, quand'invece magari lo è.

:) Se il canto fosse una cosa meccanica si potrebbe dire facilmente chi è bravo. NEll'era dello studio digitale e soprattutto con l'infinità di voci che esistono, penso che ascoltare la radio non sia una buona idea per capire se uno è bravo.

:)

ps : W la cioccolata

Andrea (sdl)

SoulChoppa ha detto...

Ho studiato canto per 5 anni e ti posso garantire che il modo di cantare di Shakira si chiama "di gola". E che non conosce il diaframma.
Ti manderei una registrazione dove faccio l'imitazione della suddetta, per dimostrarti che la sua voce si può emulare facilmente chiudendo la glottide.
;)
Tu ssì ttroppo bbuono Andrea mio, difendi tutti! Non come me che sono acida acida come un limone secco.
un bacio

Anonimo ha detto...

Studio canto anche io, sennò non mi permettevo di intromettermi :)
Il punto è che mentre nella lirica c'è una forma ben definita nella leggera no.
Come chiameresti tu il canto di Steven Tyler?
Sembra tutto fuorchè umano. Però ha cantato quaranta, dico QUARANTA anni, senza che la sua gola si lamentasse.

Ora, il punto è : o lui ha delle corde antibomba, oppure semplicemente esistono tantissime sfumature, sia della voce, che del modo di proporla.

Lui ne è un esempio ma possono essere tantissimi.
Ci sono tantissime differenti forme e strutture sia della voce che delle corde (queste ancora peggio) che secondo me è difficile giudicarle così a caso. Uno dovrebbe sentirle dal vivo, senza microfoni di mezzo. Non tramite uno studio di registrazione.

ps : se difendevo tutti ti avrei dato ragione alla prima :D


Andrea (sdl)

SoulChoppa ha detto...

Oh mammina, ho solo detto che Shakira canta in un modo che non mi piace. Mentre Tyler, per esempio, sì.
E Billy Corgan allora, che è stonato? Ma almeno non fa finta di avere una voce profonda.

Anonimo ha detto...

tranqui :) sono solo polemico :D
e cmq era tanto per parlare (ogni tanto) di voce in generale. non capita spesso.

Andrea (sdl)